Gallipoli protagonista del 35° Seminario per la Cooperazione Mediterranea a Sassari

Il Sindaco di Gallipoli Stefano Minerva, il vice sindaco di Betlemme dottor Isam Juha, il promotore di giustizia della Santa Sede professor Raffaele Coppola e l'avvocato Anna Toma

SASSARI – L’ISPROM – Istituto di Studi e Programmi per il Mediterraneo, in collaborazione con la Conférence permanente des Villes historiques de la Méditerranée, ha organizzato nei giorni 2 e 3 dicembre 2016, il XXXV Seminario per la Cooperazione Mediterranea, sul tema “Città del Mediterraneo. Incontro programmatico per la cooperazione“, nella città di Sassari, in Sardegna.

I lavori aperti dal Sindaco di Sassari, Nicola Sanna, e articolati in tre sezioni “Aspetti geo-politici”, “Questioni socio-economiche” e “Strumenti giuridici. Il ruolo internazionale delle Città”, tra le varie città ed Amministratori, hanno visto protagonista anche la città di Gallipoli, rappresentata dal Sindaco Stefano Minerva.

Un incontro per ragionare sul tema della “cooperazione decentrata” nel Mediterraneo, per formulare proposte di iniziative comuni ed anche per presentare il progetto di un Osservatorio virtuale delle iniziative civiche nel Mediterraneo per lo sviluppo cioè per la Pace, secondo il magistero della Populorum progressio.

Gallipoli si pone fra gli attori principali del Mediterraneo ed il Sindaco ne diviene l’esponente di riferimento per la direzione dei lavori, insieme ad altri rappresentanti di altre città mediterranee tra cui Algeria (Boussaâda ), Croazia (Rovigno), Francia (Bonifacio, Corsica; Pau), Grecia (Rethymnon), Marocco (Chefchaouen), Palestina (Betlemme; Gerico),Spagna (Orihuela), Tunisia (Ariana; Cartagine).

Gallipoli – afferma il Sindaco Stefano Minerva è componente ascoltata della Conférence Permanente di cui ho l’onore di presiedere la Commissione in questo 35° Seminario per la cooperazione mediterranea. Subito dopo l’elezione a Sindaco ho avuto modo di apprezzare il ruolo e le attività che, per impulso specialmente del Professore Coppola, la nostra città vi ha svolto in questi anni, a partire dal sorgere della Conference ed in particolare l’importante gemellaggio, denso di significato, fra Gallipoli e Betlemme, cioè fra la città Presidente della stessa e la città che, per mio tramite, ne presiede oggi la Commissione con compiti d’indirizzo e di coordinamento.

La Conférence ha per oggetto principale la cooperazione fra le città storiche del Mediterraneo, quindi popoli, autorità, cittadini, allo scopo di promuovere la conoscenza storica e sistematica degli elementi costitutivi comuni e specifici di queste città, soprattutto piccole e medie, tanto dal punto di vista fisico quanto dal punto di vista giuridico, intesa come organizzazione interna delle città e ruolo esterno nelle rispettive compagini statali e comunitarie; per contribuire alla loro gestione e sviluppo a cominciare dalla salvaguardia e valorizzazione dei centri storici e dell’ambiente; per l’auto-miglioramento delle condizioni di vita delle popolazioni interessate. Al fine di realizzare i menzionati obiettivi la Conférence mette in cantiere un programma di ricerche, corsi, seminari, dibattiti e pubblicazioni; offre mezzi di contatto e facilita ed incoraggia lo scambio d’informazioni e di idee fra le organizzazioni e le persone interessate ai problemi ed allo sviluppo delle città storiche del Mediterraneo.

Affidiamo volentieri al Professore Vanni Lobrano, Segretario esecutivo della Conférence Permanente, delle cinquantaquattro stupende città membri della stessa, l’adesione di Gallipoli al meritorio progetto di un portale d’informazione e cooperazione mediterranea, che appare profondamente sintonico con l’odierno seminario per essere esso rivolto alla raccolta, allo scambio, al confronto e alla pubblicazione, quindi in definitiva sempre sul piano della cooperazione, di esperienze e di studi su scala mediterranea intorno al ruolo delle città per lo sviluppo e per la pace.

Esprimo i più vivi complimenti per aver concentrato su di esso una parte importante degli sforzi della Conférence Permanente des Villes Historiques de la Mediterranee.

Dal 22 aprile 2005 Gallipoli – conclude il primo cittadino – è quindi Presidente della Commissione della Conférence dietro proposta del suo benemerito delegato e intende collaborare a tutte le attività della medesima, in particolare al nominato progetto di portale, nella pienezza delle sue funzioni accanto alla città di Betlemme, con la quale esiste già un ottimo rapporto di collaborazione.

Per la qual cosa intendo confermare la nomina del Professore Raffaele Coppola, coadiuvato dall’ottima Avvocato Annalisa Toma, a referente unico per tutte le attività che man mano si svolgeranno, conservando i necessari contatti con il Segretario esecutivo e con il sottoscritto.”

 

 

NO COMMENTS