“Notte dei Pupi e della Taranta”, tutto pronto per il Capodanno di Gallipoli

GALLIPOLI (Lecce) – La città regina del turismo estivo punta sulla fusione tra tradizione e innovazione per attrarre i visitatori invernali. Il progetto nato dal dialogo tra pubblico e privato mette insieme Comune di Gallipoli, Fondazione La Notte della Taranta e Parco Gondar per una festa che darà il benvenuto al nuovo anno e segnerà l’avvio del protocollo d’intesa tra gli enti. Un 2017 in cui, si ballerà a ritmi della tradizione , anche remixata. il brano La Cardilleddha, infatti sarà riproposto in successivamente nel tour nazionale “Party” del Parco Gondar.coinvolgendo i grandi DJ’s del panorama internazionale che sono già stati ospitati e torneranno protagonisti nella prossima stagione estiva del Parco Gondar.

Il primo gennaio invece i protagonisti saranno l’Orchestra Popolare La Notte della Taranta e il suo ospite RAIZ, i DJ’s del Parco Gondar e i maestri cartapestai di Gallipoli.

Sfidando le tradizionali categorie che separano le arti, Gallipoli vivrà un rituale contemporaneo di forte impatto emotivo. Si parte con un omaggio all’arte dei maestri cartapestai che realizzeranno per l’occasione un Pupo di grandi dimensioni. Ogni anno, nella notte di San Silvestro, per le vie di Gallipoli si assiste ad una vera e propria gara tra i quartieri ognuno rappresentato da un Pupo di cartapesta che allo scoccare della mezzanotte viene “scoppiato”.

Creato dai maestri artigiani gallipolini in collaborazione con l’Associazione Pupi Cantieri del Capodanno di Gallipoli il PUPO di Capodanno sarà incendiato nell’area concerto, alle ore 19.00, in piazza Stazione (nelle immediate vicinanze di Piazza Tellini) e sarà il simbolo del ponte creato tra Fondazione e Parco Gondar che permetterà di navigare insieme nel mercato delle discoteche e dei locali da ballo in Italia e all’estero.

In anteprima sul palco di Gallipoli sarà infatti proposto il primo “pezzo” Taranta remix, già eseguito dall’Orchestra Popolare Notte della Taranta nel Concertone di Melpignano 2016, mixato da KALIBANDULU, gruppo formato da Dj Moiz, King T & Don Leocultori del juggling in Italia e in Europa.

Dal titolo “La Cardilleddha”, il brano sarà proposto in tutto il tour nazionale “Party” del Parco Gondar. Il progetto che prende il via a Gallipoli e che apre il ventennale de La Notte della Taranta.

Dopo l’incendio del PUPO alle 20.00 sul palco di Gallipoli, in piazza Tellini, salirà l’Orchestra Popolare la Notte della Taranta per un concerto che si preannuncia unico e carico di ritmo. Ospite speciale dell’Orchestra sarà il cantante napoletano RAIZ, fondatore e leader degli Almamegretta prima di iniziare nel 2001 la carriera da solista.

Tra i protagonisti del Concertone di Melpignano nel 2003 con Stewart Copeland, e nel 2011 nella tappa leccese del Festival, RAIZ duetterà con i cantanti dell’Orchestra Antonio Castrignanò, Antonio Amato, Giancarlo Paglialunga, Alessia Tondo, Ninfa Giannuzzi e Enza Pagliara accompagnati da Roberto Chiga (tamburello), Alessandro Monteduro (percussioni), Luigi Marra (violino), Antonio Marra (batteria), Roberto Gemma (mantici) Valerio Combass Bruno (basso), Gianluca Longo (mandola), Attilio Turrisi (chitarra battente). L’Orchestra sarà diretta da Daniele Durante. Sul palco anche le ballerine di pizzica Anna Donadei, Laura Boccadamo, Moira Cappilli e Stella Temperanza.

Repertorio tutto da ballare a ritmo di pizzica quello selezionato per la città dello Jonio con i brani più amati dal pubblico che hanno decretato il successo dell’edizione 2016 del Concertone. L’orchestra renderà omaggio alla città bella con il brano “Aria Caddhipulina” interpretato da Antonio Castrignanò. Un Concerto che si aprirà sul finale alla novità proposta nel progetto di Gallipoli. Sul palco (sempre in piazza Tellini) alle 22.00 saliranno i DJ’s del Parco Gondar che con il pezzo mixato “La Cardilleddha” aprono la terza parte della festa e il DJ Set.

Il Capodanno di Gallipoli sarà trasmesso in diretta su facebook dalla pagina ufficiale La Notte della Taranta e dalla pagina ufficiale del Parco Gondar.

Il progetto di Gallipoli – dice Daniele Durante, Direttore Artistico Fondazione La Notte della Taranta –  interpreta gli obiettivi della FondazioneCresciuta negli anni, e con le straordinarie esperienze acquisite, con le collaborazioni avute, l’Orchestra Popolare “La Notte della Taranta” esplora oggi le verità nuove e impellenti della pizzica nell’inevitabile flusso della musica. E’ ricerca costante di un nuovo centro di energia. Energia primordiale che struttura le cose, e che ci permette di vibrare in perfetta sintonia con la natura circostante per una ricontestualizzazione della funzione curativa della pizzica, per esorcizzare i mali di oggi. Fulcro di tutto il ritmo del tamburello, un ritmo che è chiave essenziale per ritrovare il centro di noi stessi. Il centro per afferrare la sostanza della musica che significa essere pronti ad intraprendere una ricerca che non terminerà mai”.

“Torno con grande entusiasmo ad incontrare l’Orchestra Popolare – ricorda Raiz, leader degli Almamegretta e premio Tenco 2015 – Non dimentico le emozioni uniche e irripetibili del palco di Melpignano nel 2003. Sul ritmo del tamburello si ritrovano narrazioni ancestrali e primordiali che accendono in tutti noi intime vibrazioni. Trascorrerò il primo dell’anno a Gallipoli che resta una città ancora tutta da scoprire come Napoli. In questi giorni ho ascoltato i nuovi arrangiamenti dell’orchestra e posso assicurare che sarà un concerto di notevole potenza ritmica e sconfinate emozioni”.

“E’ per noi motivo di grande orgoglio collaborare con la Fondazione La Notte della Taranta – afferma infine il Direttore Artistico del Parco Gondar, Ferruccio Errico In questi mesi Kalibandulu il gruppo formato da Dj Moiz, King T & Don Leo, hanno lavorato a stretto contatto con il maestro Daniele Durante sul pezzo di tradizione “La Cardilleddha” che sarà mixato e presentato per la prima volta a Gallipoli. Mescoliamo linguaggi musicali partendo dal ricco patrimonio culturale del Salento. Con la Fondazione l’estate scorsa abbiamo posto le basi per lanciare la pizzica in un circuito nuovo che consenta ai giovani di trovare anche nelle discoteche del mondo un pezzo di questa meravigliosa terra. Crediamo che la tappa del Capodanno a Gallipoli possa diventare l’appuntamento invernale di forte attrazione turistica.”

PROGRAMMA

– Ore 19.00 Incendio e “scoppio” del PUPO di cartapesta (piazza Stazione)

– Ore 20.00 Concerto Orchestra Popolare La Notte della Taranta con RAIZ (piazza Tellini)

– Ore 22.00 #Kawabonga il party del PARCO GONDAR e presentazione del brano “La Cardileddha” mixata da KALIBANDULU (Piazza Tellini)

 

NO COMMENTS